Air Force: files sugli UFO disponibili su Internet

499
Air Force: files sugli UFO disponibili su Internet

Quasi 130.000 pagine di file declassificati dell’Air Force sulle indagini compiute sul tema UFO e sugli avvistamenti di dischi volanti sono disponibili in un unico luogo online. I documenti governativi declassificati sugli UFO esistono da tempo sui microfilm negli archivi di Washington. E molti di loro vivono sui siti web dedicati al tema. Ma John Greenewald, appassionato di UFO, dice che la sua banca dati, la Project Blue Book Collection, è la prima ad essere in possesso di ogni documento declassificato dal progetto Blue Book in un posto accessibile a chiunque voglia leggerli o scaricarli.

La collezione si compone di file provenienti dal Progetto Blue Book, dal progetto Sign e dal progetto Grudge, i nomi dati alle indagini ufficiali sugli oggetti volanti non identificati. Gli sforzi di Greenewald non sono motivati ​​da un incontro ravvicinato o da una esperienza personale con gli oggetti volanti non identificati. Dice che è solo spinto dalla curiosità: “Sono un appassionato di storia. Penso che questo materiale dovrebbe essere accessibile“. Greenewald ha iniziato la richiesta di informazioni relative al Progetto Blue Book attraverso il Freedom of Information Act 15 anni fa. Il suo interesse è stato suscitato dal primo caso di cui ha ricevuto informazioni, ovvero l’incidente in Iran del 1970, dopo che il Progetto Blue Book era stato concluso.

La collezione contiene 10.000 file PDF, ognuno dei quali rappresenta un caso diverso. I file comprendono i dettagli di alcuni dei più famosi casi di UFO, compreso l’incidente Exeter, l’avvistamento di Kenneth Arnold e lo schianto di Mantell. Eppure, Greenewald ritiene che i contenuti siano “solo la punta dell’iceberg“.