‘American Sniper’ sbanca al box office negli USA

421
'American Sniper' sbanca al box office negli USA

E ‘stata una grande settimana per “American Sniper”: il film di Clint Eastwood e Bradley Cooper non ha solo raccolto uno stuolo di nomination agli Oscar ma ha anche distrutto diversi record al botteghino con una cifra stimata in 105 milioni di dollari in vendite di biglietti durante il fine settimana. E il totale potrebbe rendere “American Sniper” il campione d’incassi di gennaio di sempre.

“Sniper” è anche il primo film con il tema della guerra in Iraq. È la vera storia del cecchino militare Chris Kyle. Ma con sè porta una serie di polemiche. Alcuni, come il regista liberale Michael Moore, si chiedono se Kyle era davvero un eroe. “Mio zio è stato ucciso da un cecchino nella II guerra mondiale. Ci hanno insegnato che i cecchini erano codardi,” ha twittato Moore Domenica. “I cecchini non sono eroi. E gli invasori [sono] peggio.”

L’ex presidente della Camera Newt Gingrich, disapprova il tweet di Moore, dicendo che il regista “Fahrenheit 9/11”, dovrebbe spendere un paio di settimane con l’ISIS e Boko Haram per apprezzare il film.