Australia, arrestati cinque seguaci dell’Isis che volevano decapitare poliziotti

I cinque, ispirandosi alle esecuzioni jihadiste, volevano decapitare i poliziotti in piazza.

Da Melbourne, in Australia, arriva la notizia secondo cui la polizia locale avrebbe tratto in arresto un gruppo di cinque persone sospettato di stare preparando un attentato terroristico.

A quanto pare, i cinque uomini, tutti di età compresa tra diciotto e diciannove anni, sarebbe dei seguaci dell’Isis e stavano progettando di decapitare con coltelli e mannaie agenti di polizia in occasione del 25 aprile, data in cui in Australia si festeggia il “Giorno del veterano“.

In particolare, inspirandosi alle esecuzioni eseguite dai ijiahdisti divenute oramai celebri in tutto il mondo per essere state trasmesse più volte dalle emittenti televisive, i cinque volevano tagliare pubblicamente le teste degli agenti australiani in piazza.