Berlusconi, se vado in carcere fate la rivoluzione

Silvio Berlusconi ha incitato i suoi sostenitori a rivoltarsi se dovesse finire in carcere: e promette nuove battaglie da combattere con Forza Italia.

866
Berlusconi, se vado in carcere fate la rivoluzione

Silvio Berlusconi ha incitato i suoi sostenitori a rivoltarsi se dovesse finire in carcere: e promette nuove battaglie da combattere con Forza Italia. Ma non solo: ha lanciato un progetto da realizzare senza politici di professione: “proporremo 20 saggi che formeranno un governo di saggi e un programma che contiene quello di cui Italia ha bisogno”.

E dopo un breve commento sull’italicum, ha toccato vari argomenti. Dalla persecuzione politica e giuridica che lo ha visto oggetto di 65 processi – passaggio nel quale ha detto “non avendo più nulla rischio di finire in galera e se questo dovesse accadere: Cristo io spero che facciate un minimo di rivoluzione”, è passato a citare l’ultimo affronto subito, ovvero la perdita del vitalizio che dava in beneficenza.

 

Subito dopo ha parlato dei capi di Stato degli ultimi anni: “I presidenti della Repubblica possono non farti governare e così è stato, abbiamo avuto capi dello Stato sempre conto di noi. Siamo sempre stati con 11 membri della Corte Costituzionale della sinistra che ci ha abrogato diverse leggi”.