Berlusconi, solite promesse sul taglio delle tasse da Renzi

“Forza Italia è pronta a votare il taglio delle tasse, ma chi ci crede? Oggi ho sentito Matteo Renzi fare una delle solite promesse”. Queste le parole pronunciate da Silvio Berlusconi.

859
Berlusconi, solite promesse sul taglio delle tasse da Renzi

Forza Italia è pronta a votare il taglio delle tasse, ma chi ci crede? Oggi ho sentito Matteo Renzi fare una delle solite promesse”. Queste le parole pronunciate da Silvio Berlusconi dopo il proclama di Matteo Renzi all’assemblea nazionale del partito. E l’abrogazione delle tasse sulla casa è una idea già realizzata da Forza Italia nel 2008, già nel primo consiglio dei ministri a Napoli.

Subito dopo l’attacco dell’ex Cavaliere: la promessa di tagliare 45 miliardi di tasse nei prossimi 3 anni è una delle solite promesse, a cui nessuno più crede. Ma se dovesse davvero presentare i provvedimenti che propone, li voterebbe subito.

Intanto Renzi, a Milano, ha parlato di rivoluzione copernicana, facendo riferimento al taglio delle taste programmato fra ora il 2018, usando toni che ricordano gli annunci di Berlusconi: nel 1999, lanciando da Milano il “Tax day“, Berlusconi diceva: “In Italia abbiamo il più basso tasso di sviluppo, il più alto tasso di disoccupazione, la più alta pressione fiscale in Europa: per mantenere il Paese nell’Occidente e impedire il declino occorre una rivoluzione copernicana partendo dal fisco”.