Brescia, imprenditore scomparso: si pensa all’omicidio

Nuova pista per la scomparsa dell'imprenditore bresciano: auto sospetta all'ora della scomparsa e diverbi con il fratello.

Sulla scomparsa dell’imprenditore bresciano non ci sono novità, ma a quanto pare sarebbe stata aperta l’ipotesi di omicidio. Le forze dell’ordine hanno cercato il suo corpo anche nei forni, dove si producono lingotti d’ottone, ma per il momento nulla è stato rinvenuto. L’uomo potrebbe essere stato bruciato e i suoi scarti gettati i uno dei trecento sacchi di raccolta. Anche le fosse biologiche e le zone circostanti sono state controllate, ma nulla è stato repertato.

Tra gli indizi più significativi, un’automobile chiara collocata nei pressi dell’azienda nell’ora in cui l’uomo sarebbe scomparso, poco dopo aver chiamato la moglie. Inoltre, sembrerebbe che tra l’imprenditore e il fratello ci fossero stati dei diverbi, poiché quest’ultimo aveva deciso di abbandonare la società per crearsene una propria e indipendente. Vigili del fuoco, carabinieri e cani nucleari sono ancora sul posto, alla ricerca di qualche elemento che possa aiutare a scoprire la verità.