Draghi, è urgente una azione risoluta nelle riforme

Francia, Italia e Portogallo sono i tre Paesi dell'Unione Europea in cui la Commissione europea ha rilevato squilibri eccessivi

Draghi, è urgente una azione risoluta nelle riforme

Francia, Italia e Portogallo sono i tre Paesi dell’Unione Europea in cui la Commissione europea ha rilevato squilibri eccessivi. Ed è proprio per questo che il rapporto della BCE dice che in queste nazioni occorre una “azione risoluta” nelle riforme strutturali. E nello stesso rapporto si legge che nel 2014 l’attuazione delle raccomandazioni specifiche per Paese è stata “piuttosto deludente“.

“L’ampiezza degli sforzi dispiegati dalla Banca centrale europea nel 2014 è straordinaria in rapporto a qualunque parametro storico”: a dirlo Mario Draghi, presidente della BCE nella prefazione al rapporto annuale, spiegando che vari filoni operativi, nel corso del 2014, sono confluiti in una risposta coerente sul piano politico, grazie alle quali “possiamo ora attenderci con fiducia che la ripresa moderata e disomogenea registrata nel 2014 si trasformi in un rafforzamento più robusto e sostenibile“. E si prevede quindi che l’inflazione ritorni su livelli inferiori al 2% nel medio periodo, in piena linea con gli obiettivi della Banca Centrale Europea.