Eutanasia legale in Svizzera, anche per italiani

La militante radicale e malata terminale Dominique Velati si è recata in Svizzera, dove ha ottenuto il suicidio assistito a Berna il 15 dicembre.

Eutanasia legale in Svizzera, anche per italiani

La militante radicale e malata terminale Dominique Velati si è recata in Svizzera, dove ha ottenuto il suicidio assistito a Berna il 15 dicembre: la denuncia viene da Marco Cappato, che ha aiutato la donna ad ottenere l’eutanasia, contravvenendo così all’ordinamento giuridico italiano.

E sempre in segno di disobbedienza civile i Radicali annunciano che pagheranno il viaggio in Svizzera ai malati terminali che chiederanno l’eutanasia: per questo sarà creata l’associazione ‘SOS Eutanasia’, che raccoglie fondi per l’iniziativa. E, essendo contrario all’ordinamento civile, che prevede 12 anni di reclusione per chi agevola l’esecuzione di un suicidio, Cappato ha annunciato la propria autodenuncia alle Forze dell’ordine.

La notizia del decesso della militante è stata resa pubblica in una conferenza stampa da Marco Cappato, Mina Welby e da Filomena Gallo, segretario dell’associazione ‘Luca Coscioni’. La Velati è la prima persona accompagnata ed aiutata economicamente ad ottenere l’eutanasia in Svizzera.