Expo 2015, Renzi chiede di non fermare le opere

Gli scandali tangenti che hanno colpito l’organizzazione dell’evento più importante a livello economico che l’Italia dovrà ospitare il prossimo anno, l’EXPO 2015 di Milano, sono stati monito di diverse considerazioni da parte del Presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi.

Renzi infatti è stato molto duro nell’accusare chi, con denaro pubblico, ha messo in discussione il nome dell’Italia al cospetto di un evento internazionale di grande importanza a livello economico ma nello stesso tempo ha confermato come i lavori non si fermeranno per evitare proprio di mettere a repentaglio la buona riuscita di una manifestazione che sia ora che dopo permettere a migliaia di persone di avere un lavoro (tra operai, impiegati ecc ecc), lavoro che in questi giorni è al centro dell’attenzione del governo.