Governo Gentiloni: molte conferme.

governo

Nuovo Governo Gentiloni

governoNel giro di una settimana la crisi di governo esplosa in seguito al risultato elettorale del referendum costituzionale è stata risolta, e in 48 ore il nuovo premier Paolo Gentiloni ha formato la squadra di governo (con approvazione del Presidente della Repubblica, così come da prassi costituzionale). L’esecutivo ha giurato alle 20 di ieri e si appresta ora a chiedere la fiducia alle Camere per poter lavorare col pieno dei poteri. Ecco quindi i ministri del governo Gentiloni.

Ministri senza portafoglio

Anna Finocchiaro ai Rapporti col Parlamento, Marianna Madia confermata alla Semplificazione e alla Pubblica Amministrazione, Enrico Costa nominato agli Affari Regionali, Claudio De Vincenti alla Coesione Territoriale e Mezzogiorno, mentre Luca Lotti allo Sport.

Ministri con portafoglio

Angelino Alfano passa dagli Interni al Ministero degli Esteri, sostituito al Viminale da Marco Minniti. Confermati Orlando alla Giustizia, Pinotti alla Difesa, Padoan all’Economia, Calenda allo Sviluppo Economico, Martina alle Politiche agricole, Galletti all’Ambiente e Poletti al Lavoro. Conferme anche per Beatrice Lorenzin alla Salute e per Dario Franceschini ai Beni Culturali, mentre all’Istruzione Valeria Fedeli prende il posto di Stefania Giannini. Promossa a Sottosegretario di Stato alla presidenza del consiglio la prima firmataria della vituperata riforma costituzionale, Maria Elena Boschi.

«Come si può notare dalla composizione, il governo proseguirà nell’azione di innovazione con la stessa maggioranza». Con queste parole Paolo Gentiloni ha presentato la squadra di governo e annunciato che tutti i ministri lavoreranno sodo per rispettare gli impegni internazionali in agenda, per continuare a lavorare sulla questione terremoto e per dare all’Italia una legge elettorale identica per Camera e Senato.

Alberto Mengora