Il ddl RAI e i 1500 emendamenti. M5S, niente barricate

Sono ben 1500 gli emendamenti al ddl RAI proposti in Senato, che fanno presagire un clima difficile.

Il ddl RAI e i 1500 emendamenti. M5S, niente barricate

Sono ben 1500 gli emendamenti al ddl RAI proposti in Senato, che fanno presagire un clima difficile. E se i senatori della Lega sono iscritti a parlare per rallentare i lavori, dal Movimento 5 Stelle la reazione è nettamente diversa: “Niente barricate, ma il governo accolga le nostre proposte”. Apertura al dialogo su vari punti, fra cui la richiesta di chiari requisiti ai candidati al CDA e per il futuro amministratore, e nuove regole per la selezione pubblica e la trasparenza.

 

E secondo le prime indicazioni, le richieste di modifica da discutere sono provenienti da diversi partiti: 800 dalla Lega Nord, 635 dal partito grillino, 101 da Forza italia e 45 da Sinistra Ecologia e Libertà.

Intanto il capogruppo pentastellato ha affermato che “Renzi e la maggioranza dichiarano di volere una Rai indipendente dai partiti ed efficiente. Se è davvero così, allora accettino le proposte del M5s. .