Italicum, Bersani minaccia: “Chiederò di essere sostituito”

È ancora discussione molto accesa tra Matteo Renzi, leader attuale del Partito Democratico nonché premier, e Pier Luigi Bersani.

519
Italicum, Bersani minaccia: “Chiederò di essere sostituito”

È ancora discussione molto accesa tra Matteo Renzi, leader attuale del Partito Democratico nonché premier, e Pier Luigi Bersani: discussione che riguarda ovviamente ancora una volta il tema dell’Italicum, sul quale più volte Bersani ha dichiarato che non avrebbe partecipato al voto, ovvero che non avrebbe votato a favore.

Mentre da un lato Renzi insiste che è necessario portare avanti la riforma elettorale, dall’altra parte la minoranza è sempre più divisa, con un Bersani che avverte: “Non sono così convinto che Renzi abbia i numeri per approvare l’Italicum – sostiene Bersani –  A partire dalla commissione Affari costituzionali. Ne dovrà sostituire tanti di noi per arrivare al traguardo. E se continuerà a fare delle forzature, io stesso chiederò di essere sostituito”.

Insomma, le dichiarazioni di Pier Luigi Bersani appaiono sempre di più come una sorta di minaccia. D’altra parte, è forse la prima volta che Bersani si esprime in termini così accesi e determinati: fino ad oggi aveva semplicemente lasciato intendere che non avrebbe votato contro, ma che probabilmente avrebbe sospeso la sua partecipazione al voto. Adesso, sembra fare sul serio, e minaccia: “Non mi fido del partito. E se non ti fidi, è la fine”.