Matteo Renzi sull’Italicum: una bocciatura sarebbe la fine del governo

L’atteggiamento di Pierluigi Bersani nei confronti della riforma elettorale è chiaro e lampante, e rischia di creare non pochi problemi al momento del voto in aula sull’Italicum.

Matteo Renzi sull’Italicum: una bocciatura sarebbe la fine del governo

L’atteggiamento di Pierluigi Bersani nei confronti della riforma elettorale è chiaro e lampante, e rischia di creare non pochi problemi al momento del voto in aula sull’Italicum. Da parte della minoranza del pd – che non è affatto in accordo con la maggioranza per quel che riguarda la riforma elettorale – vi è infatti un atteggiamento di scarsa partecipazione, ed è probabile che, al momento del voto in aula, la sinistra dia forfait.

Secondo Pippo Civati, basterebbe che Bersani non partecipasse al voto: ciò renderebbe problematica la prosecuzione della riforma così come è stata studiata, e non è detto che in effetti le cose non andranno così. Infatti, Bersani non ha detto che voterebbe contro la riforma elettorale, ma con molta probabilità l’intenzione è quella di non partecipare al voto.

Per Matteo Renzi, però, la riforma elettorale è necessaria e decisiva, perché senza di essa non vi sarebbe la giusta prosecuzione della legislatura e del governo.