Pizzarotti lascia il Movimento 5 Stelle: «Non è più quello di prima»

Pizzarotti lascia il M5S

Dopo un continuo tira e molla e dopo essersi reso protagonista dei botta e risposta più cruenti, alla fine Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, ha deciso di abbandonare il Movimento 5 Stelle. «Sono sempre stato un uomo libero, e da uomo libero non posso che uscire da questo Movimento che oggi non è più quello degli inizi», ha detto in conferenza stampa l’ormai ex pentastellato.

Pizzarotti ha tenuto a precisare che l’uscita dal Movimento 5 Stelle non è da addebitare a un suo cambio di passo, ma ad un cambio di visione politica e di modus operandi che semmai ha investito il Movimento: «Al M5S è venuta a mancare la coscienza critica e anche l’incapacità di dialogare e governare – ha detto Pizzarotti – e io stesso ho pagato per aver messo la mia città davanti al M5S».

«Siamo passati dallo streaming a tutto a non mettiamo lo streaming a niente. Il Movimento si è dimenticato il concetto del “fare rete” che c’era inizialmente», ha spiegato.

Il sindaco di Parma ha raccontato che la volontà di abbandonare il Movimento è iniziata a farsi viva sin quando su di lui piovve la sospensione. Una sospensione ritenuta da sempre ingiusta, soprattutto alla luce del diverso trattamento riservato per casi assai simili al suo (come quelli di Livorno e di Roma). Ma tutto ciò non significa che in previsione vi sia una lista civica, ha avvertito Pizzarotti.

Viviana Bottalico