Renzi, avanti con le riforme e taglio tasse

Matteo Renzi parla di “patto con gli italiani”, rivolgendosi al TG2 intervistato sulle promesse di taglio delle tasse.

877
Renzi, avanti con le riforme e taglio tasse

Matteo Renzi parla di “patto con gli italiani”, rivolgendosi al TG2 intervistato sulle promesse di taglio delle tasse: l’inizio è stato con gli 80 euro, ma se le riforme andranno avanti nel 2016 potranno esser tolte le tasse sulla prima casa, e nel 2017 tagliata l’Ires per giungere, nel 2018, agli scaglioni IRPEF. E, continua, “se continuiamo così saremo in grado di abbassare di 50 miliardi in 5 anni le tasse agli italiani”. I

E nel promuovere il programma di riforme parla di rivoluzione copernicana, sfruttando le stesse parole di Berlusconi alla presentazione del Tax Day. Ma non solo: anche le parole “patto con gli italiani” ricordano, vagamente, il “contratto con gli italiani” firmato da Berlusconi nel 2001 da Bruno Vespa, nel quale si impegnava a ridurre la pressione fiscale.

Ma arrivano anche bordate dal senatore della minoranza Pd Alfredo D’Attorre, che afferma come sia “incredibile la sua disinvoltura nel presentare la promessa di abolizione della tassa sulla prima casa per tutti, compresi proprietari di attici e immobili di lusso, come in continuità con il programma di Bersani”.