Usa: esplosione a Central Park, grave un 19enne

A critically injured man receives assistance after an explosion was detonated at Central Park in New York on July 3, 2016. The New York Police Department (NYPD) said one person was injured. No further details were immediately available. / AFP PHOTO / KENA BETANCUR

Un dispositivo è esploso a Central Park, nel cuore di New York, a pochi passi dalla Fifth Avenue e dalla East 62nd Street, provocando gravi ferite a un ragazzo. I testimoni oculari che hanno assistito alla vicenda hanno raccontato che il 19enne stava passeggiando con un amico quando ha calpestato qualcosa che gli è poi esploso sotto i piedi.   

Gravi le condizioni del ragazzo

esplosione central park

La vittima è stata prontamente raggiunta dai soccorritori alle ore 10:53 locali (le 17 in Italia), e prime fughe di notizie asseriscono che le sue condizioni di salute non siano affatto buone. Pare infatti che l’esplosione del dispositivo avvenuta proprio sotto i suoi piedi possa ora costargli l’amputazione.

Atto terroristico o fuoco d’artificio inesploso?

esplosione central park

L’esplosione, che in molti definiscono simile a quella di un fuoco d’artificio, è avvenuta non troppo lontano dalla zona in cui si sono tenuti i funerali di Elie Wiesel, premio Nobel scomparso ieri, passato alla storia per essere stato uno dei sopravvissuti e dei testimoni della Shoah. Ma le autorità locali si dicono convinte che tra i due fatti non ci siano alcun collegamento, e proprio questa presunta estraneità tra le circostanze sta ora tenendo impegnati gli artificieri dell’Fbi nel tentativo di chiarire la natura dell’ordigno.

Non ci si sente comunque di escludere che l’ordigno, confezionato in maniera artigianale, non possa in qualche modo avere un legame con la festa dell’Indipendenza che si sarebbe celebrata poche ore dopo. Durante questa festa, infatti, il popolo statunitense è solito programmare degli spettacoli pirotecnici.

Matteo D’Apolito